Archivi tag: ALice Toccacieli

Negli occhi di Cassandra

Prima presentazione del nuovo spettacolo prodotto dall’I.I.S. Raffaello dal titolo Negli occhi di Cassandra

Venerdì 26 Maggio / ore 21.15 / Teatro Mario Tiberini / San Lorenzo in Campo

Replica a Urbino

Mercoledì 31 Maggio / ore 21.15 / Teatro Sanzio / Urbino

Esito finale con i ragazzi di TEATROMIX, laboratorio teatrale dell’IIS RAFFAELLO di Urbino

a cura di Alice Toccacieli / Tutor Roberta Agostinelli – Roberta Fabi

Per questa volta nella storia di Troia distrutta ci proviamo a mettere dalla parte di Cassandra, proviamo a mettere i nostri occhi nei suoi occhi. Se per una volta qualcuno la ascoltasse, credesse alle sue visione, che cosa succederebbe? Scegliamo di dare un’occasione all’invisibile per provare a sentire se questo può aprirci altre strade.

Con Lisa Gostoli, Lucrezia Angeli, Rebecca Bianchi, Damiano Toderi, Denise Rubano, Joliuenda Bajrami, Ambra Giovagnoli, Lucio Bruscoli, Agnese Seraghiti, Livia Raia, Nicola Cinello, Anna Bogliolo, Sophie Pandolfi, Virginia Subacchi, Gaia Fabbri, Gabriele Cedrani, Miranda Riviere, Alessandro Perugini, Lorenzo Bruscoli, Giulietta Mariotti, Marta Romani, Anna Gulini, Francesca Garavalli, Ginevra Paolinelli, Asman Aali, Celeste Prussiani

Si ringraziano Yuri Punzo per la collaborazione tecnica, il Comune di San Lorenzo in Campo per la concessione del Teatro Tiberini e la prof Giusy Gaggini.

Martedì 24 Maggio al teatro Sanzio “Dalla fine all’inizio”

Martedì 24 Maggio alle ore 21,15 al Teatro Sanzio di Urbino in scena i ragazzi del Laboratorio Teatrale del Raffaello, Teatromix con lo spettacolo dal titolo Dalla fine all’inizio.

loc dalla fine

foglio di sala

DALLA FINE ALL’INIZIO Regia e drammaturgia di Alice Toccacieli

Spettacolo di fine anno realizzato nell’ambito del laboratorio teatrale coordinato da Roberta Agostinelli e Roberta Fabi

Immaginate per un attimo che tutto il mondo che avete conosciuto finora scompaia in un momento. Immaginate di essere gli ultimi esemplari di una razza in via d’estinzione… Quali sono le cose che vorreste assolutamente salvare? Le pratiche delle quali non potreste assolutamente fare a meno, i gesti che non vorreste in alcun modo dimenticare? Queste sono le domande che ci hanno guidato nel nostro personale percorso sul senso della rinascita, dell’essenza e l’importanza dell’essere testimoni

Con: Celeste Prussiani, Damiano Toderi, Ambra Giovagnoli, Sophie Pandolfi, Daniela Tucci, Chiara Costantini, Denise Rubano, Francesca Garavalli, Livia Raia, Agnese Seraghiti, Gaia Fabbri, Lucio Bruscoli, Simmaco Meinardi, Nicola Cinello, Sonia Santoniccolo, Joliuenda Bajrami, Lucrezia Angeli

 

 

Mettetevi (s)comodi Teatro Sanzio 05 Giugno ore 21

Mettetevi (s)comodi è il titolo del nuovo spettacolo prodotto dalla nostra scuola. Dopo il successo del Musical Come Romeo & Giulietta è il momento del Teatro di parola e dell’attore. Quest’anno il Laboratorio Teatrale della nostra scuola ci inviterà a “metterci (s)comodi”. Per partecipare, recatevi il 05 Giugno prossimo alle ore 21 al Teatro Sanzio. Regia e drammaturgia di Alice Toccacieli, organizzazione e coordinamento Prof.ssa R. Fabi.

METTETEVI (S)COMODI –

drammaturgia e regia Alice Toccacieli con i ragazzi del lab TEATROMIX dell’IIS Raffaello di Urbino: Joliuenda Bajrami, Gabriele Balducci, Agnese Bartolucci, Paolo Bisciari, Lucio Bruscoli, Clelia Cerboni Bajardi, Leonardo De Feo, Awa Faye, Francesca Garavalli, Eva Marangoni, Alessandro Marchetti, Simmaco Meinardi, Matteo Leprini, Celeste Prussiani, Damiano Toderi. Video: Matteo Leprini Manifesto: Agnese Bartolucci/Celeste Prussiani; Collaborazione Drammaturgica: Simmaco Meinardi/Denise Rubano/Leonardo De Feo; Collaborazione Musicale: Denise Rubano/Francesca Garavalli

 

locandina psd

 

All’inizio, quando abbiamo cominciato col laboratorio a Ottobre del 2014, l’idea era quella di costruire un spettacolo sul tema del viaggio. Tema sconfinato e dalle mille declinazioni possibili. Tema abbondantemente sviscerato. C’era la necessità di affrontarlo da una prospettiva specifica, da un punto di vista scelto, altrimenti ci avrebbe sommerso. Un giorno ho portato a scuola il libro di John Krakauer, Nelle Terre Estreme, da cui è stato il ben più celebre film Into the wild e abbiamo cominciato a ragionarci su. Ci siamo fatti un sacco di domande su una vicenda inusuale e senza lieto fine. Libro e film sono stati dei puntelli in un percorso che non ha mai voluto seguire lo svolgimento narrativo della vicenda del protagonista, ma piuttosto si è lasciato attraversare da essa. Ci siamo fatti influenzare dalla storia di un diciottenne che, pur avendo tutto a portata di mano (soldi, istruzione, famiglia, amici), decide di buttare all’aria il tavolo e dedicarsi ad un’avventura senza limiti di spazio-tempo che lo conduce fuori dalla società alla ricerca di se stesso. Che cosa cerca Chris McCandless? Forse la felicità, forse la propria identità. Quello che sappiamo di certo è che all’inizio tutto quello che lo circonda non gli piace. Abbiamo costruito un itinerario fatto di voci e di autori altri che hanno riflettuto e scritto sul tema della perdita della certezza, della sicurezza, del sé. In un contesto sociale come quello attuale nel quale, soprattutto gli adolescenti, sono costantemente obbligati a mostrare di sé la parte certa, la faccia bella, da mettere sui social, noi abbiamo scelto di occupare lo spazio della domanda, ci siamo chiesti se davvero quel viaggio in Alaska può essere una soluzione o se invece è meglio non partire, restare, arrestarsi di fronte alle infinite possibilità dell’esistenza. Ci siamo siamo fatti venire la paura della solitudine, di chi lascia la strada certa ma non sa ancora quale sia quella nuova. Abbiamo sospeso il giudizio quando ci siamo accorti, che il viaggio può condurre alla morte, la fine di tutte quelle possibilità che si cercano all’inizio, quando si parte, la perdita estrema. La ricerca della verità contempla il ritrovamento del nulla. Ne è uscito un sogno o forse un incubo dal titolo Mettetevi (S)comodi che vorremmo condividere con il pubblico.

Alice Toccacieli